Postilla alla creazione.

Allora fu la creazione e la formazione. Con la terra, con il fango fecero la carne dell’uomo. Però videro che non funzionava, perché si disfaceva, era troppo tenero, non poteva muoversi, non aveva forza, cadeva, zuppo d’acqua, non controllava la testa, la faccia tendeva verso un lato, aveva lo sguardo velato, non poteva guardare all’indietro. All’inizio parlava, ma senza senso. Rapidamente si inzuppò dentro l’acqua e non si poté sostenere.

Così il Creatore e il Formatore dissero che si vedeva con certezza che quello non poteva camminare e moltiplicarsi. Che bisognava consultarsi riguardo a questo.

Dunque scomposero e disfecero la loro opera e la loro creazione. E dissero: – Come faremo per perfezionarci, così che nascano bene i nostri adoratori, i nostri invocatori?

(Popol Vuh, parte I, capitolo II)

Annunci

One thought on “Postilla alla creazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...