Il passo di Carolina.

Quell’incedere oscillante lo prendono, a bordo dell’Ecumene, come il dato di fatto di un adeguarsi al movimento imposto dai flutti del mare all’imbarcazione. Ma, a guardarlo bene, quel dondolare cionco di Carolina, che non le fa perdere comunque il suo fascino da ninfa preispanica, almeno dalla vita in su, è solo l’esordio di una spinta alla fuga costante, sempre trattenuta. Quella spinta che manca a suo fratello, da due anni sequestrato dal narcotraffico nei dintorni di Morelia, nello stato di Michoacán.

Annunci

One thought on “Il passo di Carolina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...